Rivista – n.3-4 / 2009

2009 - n3/4
libroL’ EDITORIALE
Alimentazione, cultura e scuola
“Ristocrazia: il potere della ristorazione per una politica delturismo” è il titolo di un importante convegno interdisciplinare organizzato nei giorni 6 e 7 aprile 2009 dall’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri Massimo Alberini di Treviso. Hanno tenuto relazioni sia geografi che studiosi di varie altre discipline, come Massimo Montanari dell’Università di Bologna, uno tra i maggiori esperti di Storia dell’alimentazione,autore, fra l’altro,
dell’introduzione del volume Mi racconto… Ti racconto (Bologna, Editrice Consumatori,2007) contenente ricette tradizionali dei migranti di varie nazionalità presenti in Italia. A questo tema è stato dedicato il Convegno: “Il multiculturalismo a tavola” organizzato a Torino dal FIERI e dalla Camera di Commercio il 3 giugno 2008.

A Treviso sono intervenuti anche noti giornalisti come Bruno Pizzul, chef “stellati”, non solo italiani, operatori economici, primo fra tutti, per acutezza
e simpatia, Giovanni Rana: “il re dei tortellini” che ha spiegato le strategie adottate sia per sviluppare la sua azienda fino a farla diventare leader in Europa per la pasta fresca, sia per la promozione – che lo vede impegnato da qualche anno in prima persona – dei suoi dei prodotti, collegati strettamente all’immagine della cucina italiana.

Fra i temi oggetto di discussione e di analisi del convegno si citano: Il turismo nell’economia della conoscenza, Sostenibilità e multiculturalità: le nuove frontiere del turismo europeo e mediterraneo, Turismo e comunicazione: l’apporto delle nuove tecnologie, Il potere del territorio e la sua influenza sulla cucina, la “meraviglia delle materie prime tra “gusto” e “buongusto”.

Non va dimenticato che il meeting trevigiano è nato all’interno di una scuola ed è stato pensato soprattutto per gli studenti. Proprio in ambito scolastico – per istituti di ogni ordine e grado – si stanno ormai sviluppando varie, importanti iniziative in tutto il Paese.

Fra queste si segnala il volume curato da Ivo Picchiarelli e da Eros Barone, Alimentazione e cultura (Milano, IRRE Lombardia – FrancoAngeli, 2007). Una proposta di lavoro per la scuola primaria viene segnalata anche in questo numero della rivista (pp.42-46) da Gabriella Galeandro, mentre sul tema delle corrette abitudini alimentari, da acquisire sia in famiglia che a scuola, e sulla valorizzazio-ne dei prodotti tipici regionali si è tenuta una giornata di studio il 7 maggio 2009 a Milano organizzata in collaborazione fra l’Ufficio Scolastico Regionale e la Direzione Generale Agricoltura della Regione Lombardia. Proprio al Convegno di Milano, il prof. Vincenzo Russo dell’Università IULM ha presentato un interessante volume – in cui si illustra il progetto Axìa www.callforideas.iulm.it promosso dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) e dal Gruppo Nestlè in Italia – intitolato: Alimentazione, Sostenibilità e Multiculturalità (Milano, Arcipelago, 2009). Alla Nestlè fa pure riferimento il Museo dell’Alimentazione di Vevey www.alimentarium.ch interessantissimo anche per gli insegnanti di Geografia e visitato, nello scorso mese di marzo, dalla Sezione Lombardia.

Nella primavera 2009 sono state discusse due brillanti tesi di dottorato di ricerca opera di giovani soci dell’AIIG. Luciano Maffi (Università Cattolica
di Milano) ha lavorato sul tema: Territorio e vitivinicoltura nell’Oltrepò Pavese dall’indagine geostorica alle sfide attuali della geoeconomia, Alessandra Miccoli (Università del Salento) ha condotto una ricerca intitolata Vitivinicoltura e innovazione territoriale. È inoltre in corso di elaborazione la tesi dottorale di un’altra socia dell’AIIG – Rossella Belluso sui piatti tipici del Lazio, seguendo un importante progetto di ricerca coordinato da Cosimo Palagiano.

Come si vede anche la Geografia si sta muovendo in questo settore la cui importanza è in notevole crescita. Al riguardo un riconoscimento alla nostra
materia è arrivato il 17 maggio 2009 quando nella nota trasmissione Linea Verde, in onda ogni domenica dalle 12.30 alle 13.30 su RAI1, Mariella Ronza (foto a lato), ricercatrice di Geografia all’Università di Napoli Federico II e responsabile nazionale dell’AIIGiovani, è intervenuta, accanto al conduttore Massimiliano Ossini, per spiegare i paesaggi della costiera amalfitana con ovvii collegamenti alla “geografia del gusto”.

ossini

indice

1. Indice

2. Editoriale: Alimentazione, cultura e scuola di Carlo Brusa

CONTRIBUTI

3. Angeli di polvere, di Franco Trequadrini

7. Lampedusa, primo gradino dell’odierna odissea mediterranea, di Giuliano Bellezza

13. La geografia nelle indicazioni per un’educazione alla cittadinanza, di Gino De Vecchis

18. Rapporto uomo-territorio: il fenomeno Nimby e le strategie di intervento, di Paolo Rognini

23. La strada per il 2020. Una nuova geografia dell’energia in Europa, di Matteo Puttilli

28. Alluvioni, in Il pianeta degli uomini, rubrica di Giorgio Nebbia

LABORATORIO DIDATTICO

29. L’Italia attraverso le carte tematiche. La percentuale di occupati nelle diverse attività economiche, di Cristiano Pesaresi

37. Geografia e cittadinanza: riflessioni a margine della Legge n. 169 del 31/10/2008, di Catia Brunelli

42. La “geografia delle vacanze” attraverso percorsi identitari del gusto. Una sperimentazione didattica, di Gabriella Galeandro

47. Il bue nel nome, nel volto e nella cultura dell’Italia, di Ivo Picchiarelli

51. Il vertice sul mare del vecchio Triangolo Industriale: Genova tra declino e rinnovamento, di Elvio Lavagna

56. Eventi e note

61. Recensioni e segnalazioni

63. Vita dell’Associazione

64. Documento congiunto delle Associazioni Geografiche relativo alla presenza della geografia nella scuola e nell’università

Copertina

Inserto fronte e retro:

IL TELERILEVAMENTO PER L’OSSERVAZIONE DEL NOSTRO PIANETA DALLO SPAZIO

Maurizio FEA, European Space Agency (ESA) – ESRIN, Frascati

Boxed
Wide

Main Background

Color Scheme